Missione

Consapevoli della necessità di affrontare i profondi cambiamenti della nostra epoca, nell’ottobre 2014 nasce la Fondazione EYU, dedicata all’ascolto e alla partecipazione attiva dei cittadini e dei principali attori della vita del Paese, alla ricerca sull’innovazione e alla formazione di una nuova classe dirigente.

Le sue attività sono mirate all’avvio e al sostegno d’iniziative e attività di ricerca e formazione interdisciplinare, che contribuiscano a una visione in cui lo sviluppo delle conoscenze sui temi politici più rilevanti sia il presupposto per lo sviluppo economico, sociale e culturale del nostro Paese.

L’attività di EYU è animata dall’idea che democrazia, equità e benessere siano un orizzonte che richiede la formazione e l’impegno di una nuova classe dirigente in grado di cogliere la complessità dei processi politici contemporanei, attraverso la promozione di una cultura della responsabilità, del merito e delle pari opportunità, adeguata a governare il cambiamento indotto dalla rivoluzione digitale, dalla globalizzazione e dalla interculturalità.

Per EYU la coesione sociale, la valorizzazione della cultura e del territorio italiano e dei paesi partner, in una cornice di sviluppo economico armonico e sostenibile, sono obiettivi da perseguire in un’ottica di dialogo internazionale, progressista e coerente con la Carta dei Valori e il Programma per l’Europa del Partito Democratico e del PSE.

A questo scopo promuove, attraverso la collaborazione e il coinvolgimento del mondo accademico, delle professioni e dell’impresa, attività di ricerca scientifica che hanno l’obiettivo di elaborare un nuovo linguaggio e nuove pratiche per i decisori politici di oggi e di domani. Le sue attività si svolgono sul territorio nazionale e internazionale, e sono mirate a intercettare il terreno comune e le connessioni inedite tra campi del sapere, temi, eventi e metodologie, in un’ottica interculturale e multidisciplinare, che si adatta a uno scenario politico, sociale e mediatico in continua evoluzione.

Riconosciuta nel marzo del 2015,  EYU si sostiene grazie a donazioni private e al finanziamento delle singole attività realizzate.

Il 16 giugno 2016, Eyu diventa ufficialmente membro della FEPS.